Crea sito

Italia figli e figliastri #1

Come si suol dire: figli e figliastri. Ma può uno Stato fare figli e figliastri? Sì. Italia figli e figliastri #1

Come si suol dire: figli e figliastri. Può uno Stato avere figli e figliastri? Sì. Italia figli e figliastri #1

 

di Duccio

 

Padre siriano, madre italiana. Lui nel 2001 prende la figlia e se ne va in Siria, sottraendola alla madre. Non c’è modo di rivederla.

Gli unici contatti concreti con Nadim, il padre sequestratore? Solo tramite un programma televisivo e i suoi giornalisti/inviati. Una storia più volte raccontata dal programma “Le Iene” e proprio di recente ritrasmessa su “XLove” con qualche infruttuoso aggiornamento.

Una madre disperata, un padre che adduce scuse ed ha pure il coraggio di prendere tutti in giro davanti ad una telecamera. Le sue richieste? Un passaporto e il ritiro di tutte le denunce a suo carico. All’inizio. Dopo la richiesta si estende, ed occorrono 300.000 euro per le “spese” da sostenere. Tradotto: riscatto.

Le richieste non hanno ad oggetto qualcosa di cui può disporre un privato cittadino, si comprende bene. Sono richieste che necessariamente richiedono l’intervento delle istituzioni. Ma le istituzioni sono sensibili di fronte “la vita umana” (citazione di chiunque non abbia ammesso il macello diplomatico venutosi a creare in queste ultime settimane per i fatti di Greta e Vanessa), ma sono anche inflessibili ed ineccepibili di fronte la criminalità. O, almeno, in questo caso.

Dopo tre anni ci sono stati sviluppi? No. La fanciullina si è recata in Siria di sua spontanea ed imprudente volontà? No. Si sospetta che la fanciullina fosse in combutta con gli jihadisti? No. Ma che domande, stiamo parlando di una fanciulletta poco più che un’infante, una innocentissima.

Quella madre piange. Una madre “spogliata” della figlia. Ma rassereniamoci e stiamo tranquilli. Lo Stato non tratta con i delinquenti. Possiamo esserne orgogliosi.

Una delle tante storie. Italia figli e figliastri.

 


Puoi seguire e sostenere moralmente il Blog, restando così aggiornato sui nuovi articoli, sulla pagina Fb mettendo “Mi piace” o sul profilo Fb chiedendo l’amicizia.

Se hai trovato l’articolo interessante, condividilo e fallo conoscere ai tuoi amici.

Tags: , , ,

Duccio, classe ’89. Ha conseguito la maturità classica nel 2008 e la laurea in giurisprudenza nel 2013. Coordina il Blog di cui è ideatore e amministratore http://facebook.com/liberaopinio

Comments are closed.

Tifosi olandesi devastano Roma, all’Olanda il premio fair play UEFA!

Quasi un paradosso, ma i fatti del febbraio di quest’anno che hanno visto Roma alle prese con un folto gruppo di Lanzichenecchi tifosi del Feyenoord 36 ore prima della partita di Europa League Roma – Feyenoord è valso il premio fair play UEFA (“correttezza”) all’Olanda calcistica assegnato dall’Uefa.

Isis: di chi è la colpa?

Isis, Stato Islamico dell’Iraq e della Grande Siria: la responsabilità dell’Occidente nella genesi del mostro. Chi è senza peccato, scagli la prima bomba..

DAL WEB: Sergio Mattarella, chi è il nuovo Presidente della Repubblica – Il Fatto Quotidiano

DAL WEB: Sergio Mattarella, chi è il nuovo Presidente della Repubblica – Il Fatto Quotidiano

Caso Greta e Vanessa: il “riscatto” si paga oppure no? Tra polemiche e regole

In casi analoghi a quello di Greta e Vanessa, cosa dice l’ordinamento e la prassi internazionale sul “prezzo” della libertà? Il riscatto si paga o non si paga? Molto si è detto, ma poco è stato spiegato. Cose che sembreranno banali, ma è opportuno puntualizzare: perché, per principio, un riscatto a seguito di sequestro di persona non va pagato?

Greta e Vanessa, le parole inappropriate (nel dubbio) di Gentiloni

Greta e Vanessa sono state liberate. Tuttavia, al netto della sterile diatriba sull’avvenuto o meno pagamento del riscatto, il Governo […]

DAL WEB: Papa Francesco condanna la strage di Charlie Hebdo, ma “non si può insultare la fede” – Libero Quotidiano

Papa Francesco condanna la strage di Charlie Hebdo, ma “non si può insultare la fede” 15 gennaio 2015   “È […]