Crea sito

Le tre scimmie (sagge): tra significato attribuito e originale

Le tre scimmie sono da sempre considerate il simbolo dell'omertà e dell'indifferenza e della reazione alle stesse, mentre il loro significato originale è tutt'altro che negativo o provocatorio.

di Duccio

Il periodo (post-natalizio) suggerisce di non trattare argomenti gravosi o impegnativi: meglio argomenti distensivi e disimpegnati. E perchè, allora, non trattare un argomento che riguarda da vicino l’immagine “simbolo” del Blog, quelle tre scimmie impegnate a tapparsi la bocca, le orecchie e gli occhi.

Le tre scimmie “non vedo – non sento – non parlo” sono ben conosciute da tutti, l’iconografia ha proposto varianti e modelli a iosa ed il significato più lampante è facilmente desumibile dalla gestualità dei tre primati: la volontà di far finta di nulla, quasi il dovere a non impicciarsi di cose che devono restare fuori dalla nostra attenzione, l’indifferenza verso ciò che accade intorno a noi.

Proprio questa “popolarità” delle tre scimmie ha fatto sì che venissero prese in considerazione anche come summa di un comportamento non propriamente nobile, quale quello dell’omertà mafiosa (che non riguarda, oggi più che mai, soltanto l’Italia meridionale e che trova la sua massima espressione nell’adagio popolare “se c’ero non ho visto e se ho visto non ho sentito”) e dell’omertà in generale.

Inoltre, a più riprese l’immagine delle tre scimmie è stata presa in considerazione nell’affermazione della libertà di manifestazione del pensiero e nella lotta contro provvedimenti tesi a limitarla o conculcarla.

Quindi, il significato che si è affermato delle tre scimmiette è quello di una provocazione contro l’indifferenza, l’omertà e la limitazione alla manifestazione del pensiero. Inoltre si sono diffuse anche una serie di varianti iconografiche volte a rendere il significato più intriso di valori positivi inerenti alla partecipazione attiva all’interno della società, con scimmiette che, invece di coprirsi bocca, orecchie ed occhi si mostrano con bocca spalancata, orecchie in mostra e occhi sgranati.

Ma il significato attribuito ai tre primati non trova conferma nel significato originale, che non si riferisce semplicemente alle “tre scimmie” ma alle “tre scimmie sagge”. Quella delle “tre scimmie sagge”, infatti, è un’icona presente nel santuario shintoista a Nikko (Giappone), mausoleo dedicato a Tokugawa Ieyasu, militare giapponese divenuto shogun.

Particolare della cornice della stalla dei cavalli sacri, santuario shintoista di Nikko, Giappone.

Le “tre scimmie sagge”, o San zaru, sono rappresentate in un pannello della scuderia dei cavalli sacri: Misazaru, la scimmia che copre gli occhi, Kikazaru, la scimmia che copre le orecchie, e Iwazaru, la scimmia che copre la bocca. San zaru (le tre scimmie sagge) rappresentano un motto raffigurato: non vedere il male, non ascoltare il male e non parlare assecondando il male. A volte è presente una quarta scimmia, Shizaru, con le braccia incrociate che suggerisce di non fare il male, come un compendio dei tre diversi significati delle tre scimmie. Le tre scimmie sagge, quindi, rappresentano un monito affinchè i pensieri, le parole e le azioni siano improntate alla bontà e all’estraneità del male (e non sfuggirà il parallelismo con il Catechismo della Chiesa Cattolica, per il quale il peccato può essere commesso attraverso i pensieri, le parole e le opere e omissioni).

Significato originale e significato attribuito sulla base della gestualità delle tre scimmie, dunque,  sono parecchio diversi, ma non per questo il significato attribuito è privo di una propria autonoma dignità. Non credo che Mizaru, Kikazaru e Iwazaru possano esserne contrariate. Il nuovo significato attribuito loro nel tempo, seppur erroneo, non è strumentale a logiche devianti: le tre scimmie sagge, oltre a ricordare ed esortare a tenere un comportamento benevolo, oggi esortano anche alla partecipazione attiva contro l’omertà, l’indifferenza e la violazione della libertà di parola attraverso una ironica provocazione.

Il significato preso in considerazione dal Blog nella scelta dell’immagine della testata? Sicuramente quello attribuito, quello provocatorio, sotto un’ottica un po’ differente: quella di opposizione all’informazione faziosa, di parte e volutamente strumentalizzata a fini avulsi a quelli che solitamente dovrebbe avere l’informazione vera.

Se hai trovato l’articolo interessante, condividilo e fallo conoscere ai tuoi amici.

 

Tags: , , , , , , , , , , ,

Duccio, classe ’89. Ha conseguito la maturità classica nel 2008 e la laurea in giurisprudenza nel 2013. Coordina il Blog di cui è ideatore e amministratore http://facebook.com/liberaopinio

Comments are closed.

Tifosi olandesi devastano Roma, all’Olanda il premio fair play UEFA!

Quasi un paradosso, ma i fatti del febbraio di quest’anno che hanno visto Roma alle prese con un folto gruppo di Lanzichenecchi tifosi del Feyenoord 36 ore prima della partita di Europa League Roma – Feyenoord è valso il premio fair play UEFA (“correttezza”) all’Olanda calcistica assegnato dall’Uefa.

Isis: di chi è la colpa?

Isis, Stato Islamico dell’Iraq e della Grande Siria: la responsabilità dell’Occidente nella genesi del mostro. Chi è senza peccato, scagli la prima bomba..

DAL WEB: Sergio Mattarella, chi è il nuovo Presidente della Repubblica – Il Fatto Quotidiano

DAL WEB: Sergio Mattarella, chi è il nuovo Presidente della Repubblica – Il Fatto Quotidiano

Italia figli e figliastri #1

Come si suol dire: figli e figliastri. Ma può uno Stato fare figli e figliastri? Sì. Italia figli e figliastri #1

Caso Greta e Vanessa: il “riscatto” si paga oppure no? Tra polemiche e regole

In casi analoghi a quello di Greta e Vanessa, cosa dice l’ordinamento e la prassi internazionale sul “prezzo” della libertà? Il riscatto si paga o non si paga? Molto si è detto, ma poco è stato spiegato. Cose che sembreranno banali, ma è opportuno puntualizzare: perché, per principio, un riscatto a seguito di sequestro di persona non va pagato?

Greta e Vanessa, le parole inappropriate (nel dubbio) di Gentiloni

Greta e Vanessa sono state liberate. Tuttavia, al netto della sterile diatriba sull’avvenuto o meno pagamento del riscatto, il Governo […]